Bologna ricorda oggi, la strage del 2 agosto di quarant’anni fa.

Quella terribile esplosione alla stazione che ha provocato 85 morti e 200 feriti. Le celebrazioni sono quest’anno condizionate dalle norme anti-Covid e il fulcro della commemorazione è piazza Maggiore. Nel cortile del palazzo comunale è cominciato l’incontro fra le Istituzioni e i parenti delle vittime, che quest’anno non potranno sfilare in corteo, dietro lo striscione "Bologna non dimentica", ma che ascolteranno il fischio del treno alle 10.25 e i discorsi delle autorità dalla piazza.

La cerimonia di commemorazione è stata aperta dal sindaco di Bologna Virginio Merola, che ha accolto i familiari delle vittime della strage. “È stato un percorso lungo, ma non inutile. Le novità che si annunciano per le iniziative della procura e grazie all'attività vostra, come associazione dei familiari delle vittime, ci fanno ben sperare per raggiungere la verità completa”, ha detto. “Per me è stato un onore essere il sindaco che per nove anni vi ha accompagnato. Tutta la città vi è vicina e continua a condividere profondamente il vostro dolore”, ha aggiunto.

Per Paolo Bolognesi, presidente dell’associazione dei familiari delle vittime della Strage di Bologna, a Palazzo D’Accursio, “il bilancio è positivo per gli sviluppi sull'indagine. Ricordate le battaglie fatte perché l’inchiesta non venisse archiviata e quelle per la legalità e la leggi in questo campo”.

“Vogliamo avere la verità completa, sarà un beneficio per tutta la nazione italiana, ha aggiunto, ricordando alcuni temi irrisolti che stanno a cuore all'associazione. La direttiva Renzi sulla desecretazione degli atti classificati, "un guscio vuoto" E la norma sui risarcimenti alle vittime di Strage: "Nella finanziaria hanno fanno una furbata. Avevano messo i nostri articoli e poi all'ultimo momento li hanno tolti. Una furbata, che i familiari delle vittime non meritano. Spero che su questo ci siano informazioni”.

Anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto con una nota. “In occasione del quarantesimo anniversario della strage della stazione, che provocò ottantacinque morti e oltre duecento feriti, desidero - a distanza di pochi giorni dalla mia visita a Bologna e dall’incontro nel luogo dell’attentato - riaffermare la vicinanza, la solidarietà e la partecipazione al dolore dei familiari delle vittime e alla città di Bologna, così gravemente colpiti dall’efferato e criminale gesto terroristico. Riaffermando, al contempo, il dovere della memoria, l’esigenza di piena verità e giustizia e la necessità di una instancabile opera di difesa dei principi di libertà e democrazia”.

L'articolo integrale su laRepubblica.it.

Foto 1 di AFP / Getty Images - Bologna, 2 agosto 1980, su ilpost.it, 2 agosto 2012., Pubblico dominio, https://it.wikipedia.org/w/index.php?curid=7568234

Foto di Beppe Briguglio, Patrizia Pulga, Medardo Pedrini, Marco Vaccari - http://www.stragi.it/index.php?pagina=associazione&par=archivio, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4490295

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia