Le Ferrovie Svizzere necessitano ogni anno di circa 150.000 traverse di calcestruzzo per la loro rete ferroviaria.

Il calcestruzzo è una miscela di cemento, ghiaia, sabbia e acqua; la produzione del cemento richiede molta energia.

Inoltre, nella produzione di clinker di cemento ha luogo una reazione chimica che rilascia CO2. In stretta collaborazione con il fornitore Vigier Rail, le FFS hanno ottimizzato la ricetta del calcestruzzo testandola con successo.

Le nuove traverse di calcestruzzo contengono pertanto il cosiddetto cemento «CEM II», che presenta una quota inferiore di clinker di cemento e durante la produzione genera meno emissioni di CO2 rispetto al cemento CEM I sinora utilizzato.

Con la nuova ricetta si chiude anche il circuito del materiale. Le vecchie traverse di calcestruzzo vengono sminuzzate da Vigier Rail in granulato di calcestruzzo, che viene quindi utilizzato per la produzione delle nuove traverse, dove sostituisce fino al 40% della ghiaia. Il consumo di ghiaia per le traverse di calcestruzzo delle FFS si ridurrà così ogni anno di 8.000 tonnellate.

È vero che la ghiaia è una materia prima presente in natura, ma la sua disponibilità è limitata e le riserve scarseggiano sempre di più anche in Svizzera. L’aggiunta di granulato riciclato inizierà già quest’anno. Considerando anche il nuovo tipo di cemento, la produzione di traverse ferroviarie non è mai stata così ecologica.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia