La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni, dice un noto proverbio, perché a volte non basta l'intenzione stessa per ottenere un buon risultato soprattutto se intervengono altri fattori che possono addirittura sortire l'effetto contrario a quello desiderato.

Stiamo parlando del “Pride Train”, meglio conosciuto come il treno arcobaleno, il convoglio di Avanti West Coast, società partecipata da Trenitalia, che ha debuttato ufficialmente con passeggeri nella giornata di ieri.

Come i lettori ricorderanno, si tratta di un treno da 11 elementi che voleva essere un simbolo dell'impegno della compagnia per la diversità e l’inclusione ma che si sta trasformando in un pauroso boomerang.

Le persone LGBT hanno infatti apertamente accusato la compagnia di voler usare il simbolo dell’arcobaleno “solo a fini pubblicitari”.

“Serve solo per attirare l’attenzione, non per altro” – hanno dichiarato le categorie gay, dopo il primo viaggio del treno, definendolo, in alcuni casi, anche “mortificante” per la stessa categoria.

Tanti sono stati coloro che non hanno gradito la presenza, né la creazione di questo treno: “Come uomo gay, non voglio un ‘treno Pride’, voglio solo salire su un treno che sia in orario come tutti gli altri” – scrive un utente su Twitter ricevendo in poco tempo decine di like. O ancora: “Per me, è imbarazzante! Ci trattano come se fossimo dei fenomeni da baraccone”, aggiunge un altro.

Il progetto di questo treno era nato dopo che tutti gli eventi per il Pride erano stati annullati a causa del Covid ma evidentemente non si è pensato troppo ad alcuni risvolti tutt'altro che secondari. “Sta creando divisione dove la divisione non esisteva. Non voglio essere ingozzata in continuo con discorsi su Pride o BLM, tratto le persone come persone”, ha aggiunto un'altra viaggiatrice. “Questa è discriminazione basata sulla sessualità, se alle persone eterosessuali non è permesso lavorare su questo treno è discriminazione” ha concluso un'altra riferendosi al fatto che il personale a bordo è interamente e dichiaratamente LGBT.

Dall’altro lato, abbozza una difesa la direttrice di Avanti, Sarah Copley: “È stato un simbolo del nostro impegno per la diversità e l’inclusione che viaggia su e giù per la West Coast Main Line”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia