Niente da fare, la situazione non si sblocca.

Nonostante l'incontro di oggi con Italo, che si sperava potesse servire per arrivare al via libera del Comitato Tecnico Scientifico, per il momento la soglia non cambia, i treni ad Alta Velocità possono essere riempiti solo 50% della capienza.

L'allargamento della capienza consentita all'80% non ha dunque convinto il CTS, e quindi le regole sui viaggi per il momento non cambiano.

Gli esperti hanno dunque preso atto della richiesta della compagnia AV ma si sarebbero riservati di analizzare i documenti in un'altra seduta del CTS, ribadendo la necessità che vengano fornite soluzioni organizzative idonee.

Il rinvio della decisione preoccupa ovviamente Italo: "Potrebbe portare gravi conseguenze all'occupazione ma anche al mercato e alla concorrenza", ha commentato l'amministratore delegato, Gianbattista La Rocca esprimendo "stupore in relazione alle voci di un rinvio della decisione sul distanziamento, anche in considerazione dell'andamento della riunione odierna".

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia