Dopo un periodo di stasi dovuto alla pandemia, torna d'attualità la fusione tra Eurostar e Thalys che avverrà nel 2021.

Sebbene l'operazione non sia un segreto (i piani sono stati annunciati lo scorso anno), l'amministratore delegato di Thalys Bertrand Gosselin ha ora confermato che andrà avanti il prossimo anno.

Ciò nonostante sia Thalys che Eurostar stanno affrontando tempi difficili a causa degli effetti del Coronavirus che ha portato a un notevole calo del traffico.

Secondo il quotidiano francese La Tribune, Thalys sta attualmente affrontando una "brutale caduta del traffico a causa della quarantena e di altre restrizioni". Tuttavia, nonostante il calo del numero di passeggeri, l'operatore franco-belga ha deciso di mantenere la stessa frequenza del servizio per tutto settembre.

La situazione è persino peggiore per Eurostar. Tutte le sue destinazioni si trovano nella zona di quarantena del Regno Unito è l'operatore ha ridotto i servizi su tutte le rotte. Inoltre, Eurostar ha affermato che Londra San Pancras sarà la sua unica destinazione nel Regno Unito fino al 2022.

Una fusione delle due compagnie, insomma, potrebbe essere un buon modo per poter andare avanti in un futuro che appare sempre più pieno di incognite per tutto il settore.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia