Lo abbiamo seguito per tutti e due i viaggi per cui non ci restava che farlo anche nell'ultimissimo.

Stiamo parlando del demolendo che avevamo lasciato qualche giorno fa in Adriatica (Ferrovie: la strana storia del demolendo che "visse" due volte [VIDEO]), che nella giornata di ieri ha percorso i suoi ultimi chilometri, quelli che hanno portato i mezzi che erano in composizione a San Giuseppe di Cairo.

L'ultima volta che lo avevamo seguito alla trazione c'era la E.656.425 mentre ieri, per l'ultimo tratto, è stata utilizzata la D.445.1062, una Omeca del 1985.

Rispetto alla composizione che abbiamo visto arrivare da Sud ci sono due vetture in meno. Da quanto è possibile vedere sono infatti state lasciate ad Alessandria, probabilmente per un successivo inoltro, due Piano Ribassato Farini ed esattamente quelle marcate 50 83 22-38 070-2 e 50 83 22-38 154-4.

Nulla da fare, ovviamente, per la E.656.580, regolarmente inviata al taglio.

Per coloro che non hanno visto la news precedente, ci hanno salutato così definitivamente i seguenti rotabili:

E.656.580
50 83 22-38 089-2 Piano Ribassato Farini
50 83 22-38 044-7 Piano Ribassato Farini
50 83 22-79 423-3 UIC-X
50 83 26-39 294-3 Due Piani Casaralta TN
50 83 26-39 274-5 Due Piani Casaralta TN
50 83 26-39 442-8 Due Piani Casaralta
50 83 26-39 288-5 Due Piani Casaralta
50 83 26-39 849-4 Pilota Due Piani Casaralta
50 83 26-39 321-4 Due Piani Casaralta

I media a corredo vedono la foto in linea al convoglio di Iacopo Grappiolo e il video di Giovanni Caneparo.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia