È rientrato in Italia nella giornata di oggi l'ETR 485 n.31 delle Ferrovie dello Stato che nei giorni scorsi ha messo il nuovo record di velocità in Grecia.

Il convoglio è giunto a Cervignano Smistamento da dove è poi ripartito alla volta di Vicenza dove verosimilmente sarà "sistemato" nelle locali OGR prima della reimmissione in servizio regolare.

Nel frattempo, in Grecia si mischiano speranze, illusioni e qualche polemica. Le speranza sono per un miglioramento del servizio ferroviario che questi nuovi treni dovrebbero senza dubbio portare. Le illusioni per il fatto che ancora non è chiaro quali convogli raggiungeranno la penisola ellenica.

I media greci così come i politici parlano di Frecciargento, ad indicare gli ETR 485 come quello che ha provato poco tempo fa, mentre altre voci parlano con maggiore possibilità dei Frecciabianca, ossia degli ETR 470 che sarebbero riqualificati per poter circolare sulla rete locale.

Le polemiche, invece, vengono come sempre, per il servizio che si sta sviluppando. Secondo alcuni media il treno è bello e funzionale ma non solo non potrà dare il meglio di sé fin quando la linea non sarà terminata ma in qualche modo rappresenta un diversivo per la politica nazionale di edulcorare lo smantellamento della ferrovia, in particolare quella dei pendolari, messa in atto nell'ultimo decennio in Grecia.

Quel che resta, però, è un dato di fatto. Allo stato attuale i convogli greci sono in una situazione quasi disperata e una immissione di materiale comunque più nuovo, performante e moderno rimane una enorme boccata d'ossigeno.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia