Il 28 ottobre, come tutti sanno, è tornata l'ora solare con un cambio di lancette che forse non faremo mai più nella vita.

Se la proposta dell'Unione Europea andasse in porto, infatti, bisognerebbe decidere una volta per tutte se adottare per tutto l'anno l'ora solare o quella legale, regolandosi di conseguenza.

In molti ci hanno scritto nei giorni passati chiedendoci cosa cambia praticamente per chi viaggia con i i treni e per coloro a cui invece piace fotografarli o riprenderli. La risposta è semplice, nulla per i primi, molto per i secondi.

Dal punto di vista dei viaggiatori la differenza non c'è. Probabilmente si avrebbe qualche ritardo in meno nel giorno in cui fino ad ora è avvenuto il passaggio da ora solare a ora legale ma per il resto non cambierebbe davvero nulla.

Differente, e molto, per i fotografi di treni. Oggi, principalmente grazie all'ora legale, si riescono a scattare immagini ad alcuni convogli a cui normalmente sarebbe possibile, viceversa, a causa di essa, alcuni diventano impossibili da riprendere.

Facciamo qualche esempio concreto prendendo Roma come riferimento sia perché conosciamo bene il suo traffico, sia perché è centrale rispetto al Paese.

Fino ad oggi, con l'arrivo dell'ora legale, a giugno si riuscivano a fotografare treni che partivano anche in tarda serata come ad esempio l'Euronight 294 per Vienna e Monaco di Baviera (video in alto). Se si scegliesse di rimanere sempre con l'ora solare, questo diventerebbe impossibile poiché il treno lascerebbe la stazione di Termini già al tramonto.

Viceversa, tuttavia, fino ad oggi, con l'ora legale in vigore, era piuttosto difficile fotografare per bene convogli come gli Intercity Notte che corrono da nord a sud e che transitano a Roma alle prime luci dell'alba (foto di apertura). Con un'ora di sole in più al mattino essi si potrebbero immortalare in maniera perfetta.

Inutile dire che pro e contro si potrebbero riscontrare anche in altre circostanze molto gradite ai fotografi come ad esempio il treno degli studenti su TFT (foto in basso) che è sempre molto interessante.
In questo caso, fino a oggi detto convoglio era fotografabile solo poco prima dell'arrivo dell'ora legale. Se si adottasse sempre l'ora solare sarebbe decisamente più facile fotografarlo a fine maggio/primi di giugno, se si decidesse di adottare sempre l'ora legale non sarebbe fotografabile mai.

In sintesi, come regola generale, possiamo riassumere che l'ora solare conviene ai fotografi per immortalare treni che passano molto presto al mattino ma taglia fuori quelli che partono più tardi. Viceversa, l'ora legale permetterebbe di operare esattamente all'opposto.

Se la decisione abbozzata dall'Unione Europea andrà in porto non è ancora chiaro, né, nel caso, quale delle due ore verrà scelta dal nostro paese. In ogni caso una domanda nasce spontanea: ma non era meglio lasciare tutto come è stato fino a ora?

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia