Nella legge di bilancio ci sarebbe un definanziamento di cinque milioni di euro per la tratta ferroviaria Lucca-Pistoia. Scoppia la polemica.

Se ne è parlato durante la riunione della ottava commissione del Senato, quella dei lavori pubblici, nella giornata di ieri.

Così il Partito Democratico toscano dopo la notiza: "Il definanziamento di 5 milioni da parte del Governo al raddoppio ferroviario Lucca-Pistoia è un atto gravissimo, un dietrofront che rischia di penalizzare in modo drammatico un’infrastruttura indispensabile e attesa da tempo".
"La Regione invece dimostra ancora il suo impegno su questo frangente e prosegue nel percorso già avviato".

Una doccia fredda inaspettata per la Toscana.

Infatti l'opera, quanto meno nel tratto Pistoia - Montecatini, è in avanzata realizzazione, ma per i lotti Montecatini-Pescia e Pescia-Lucca siamo solo ai disegni.

In ordine temporale, il secondo step del raddoppio avrebbe dovuto essere proprio il Pescia-Lucca, ma questo blocco dei fondi rischia di ritardare ulteriormente l'opera, già data per certa dal precedente Governo.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia