ASTUTI, l'Associazione ticinese utenti dei trasporti pubblici, critica i tempi ancora troppo lunghi necessari a raggiungere lo scalo di Malpensa.

Tra meno di due mesi entrerà in vigore il nuovo orario FFS. Se oggi i TiLo diretti a Malpensa viaggiano ogni due ore, con cambio a Mendrisio, a partire dal 9 giugno sarà la linea S50 a collegare a cadenza oraria Bellinzona – Lugano – Mendrisio - Varese a Malpensa T1 e T2, senza più cambio a Mendrisio.

Si tratta di passi avanti che ASTUTI accoglie positivamente, plaudendo al successo della linea Mendrisio-Varese che si colloca al di sopra delle aspettative. E tuttavia l'associazione precisa che per contro i tempi di percorrenza verso Malpensa resteranno elevati e “per nulla concorrenziali con l’offerta stradale”.

Nonostante “già nel messaggio del Consiglio di Stato per il finanziamento della linea Mendrisio-Varese pubblicato nel 2007 si fissava come obiettivo una durata del viaggio inferiore ad un’ora”, il collegamento tra Lugano e Malpensa necessiterà di “1 ora e 40 minuti”.

Tempistiche che non “saranno in grado di far fronte a quanto propongono le società concessionarie che operano su gomma”, e questo “costituisce un andicap per chi sceglie il treno”. ASTUTI, pertanto, considera che “ben difficilmente l’Ufficio federale dei trasporti potrà negare il rinnovo delle concessioni attualmente in vigore per i collegamenti stradali e ciò a tutto svantaggio della ferrovia”.

L'associazione auspica pertanto un miglioramento della situazione nell’ambito del nuovo orario che entrerà in vigore a partire da dicembre 2019 e dopo l’apertura della galleria di base del Ceneri nel 2020.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia