Le ferrovie svizzere giocano d'anticipo e iniziano a mostrare, con un lungo comunicato, le novità per il 2020.

Migliori collegamenti internazionali, nuovi treni più comodi, collegamenti più frequenti e tempi di viaggio ridotti. Questi, in estrema sintesi, i principali cambiamenti dell’orario ferroviario 2020 che entreranno in vigore da metà dicembre.

Con il cambiamento d’orario 2020 TGV Lyria, l’affiliata svizzero-francese delle FFS, riorganizza la propria offerta.
Saranno intensificati i collegamenti da Zurigo, Basilea, Ginevra e Losanna verso la capitale francese, con un maggior comfort e più posti a sedere in nuovi treni. Il collegamento diretto Berna–Parigi non potrà più essere offerto: in compenso sarà garantita la coincidenza dei treni FFS Berna–Basilea con sei collegamenti giornalieri Basilea–Parigi, in entrambe le direzioni.

Nell’ambito di una tavola rotonda vi sono attualmente delle discussioni in corso tra le FFS e i cantoni coinvolti di Berna, Soletta, Basilea Campagna e Basilea Città. Maggiori dettagli sui collegamenti per Parigi sono riportati nel comunicato stampa odierno di TGV Lyria.

Nel traffico con la Germania, in collaborazione con le FFS, la Deutsche Bahn sostituirà i treni del tipo ICE 1 con nuovi treni del tipo ICE 4 nei collegamenti via Basilea per Zurigo–Coira e per Berna–Interlaken.
Sulla tratta Zurigo–Stoccarda sarà per il momento mantenuta l’attuale offerta che consiste in un collegamento all’ora: sette collegamenti diretti e sette collegamenti con cambio a Singen giornalieri.

Clicca per vedere l'immagine alla massima grandezza

Traffico a lunga percorrenza nazionale: veicoli nuovi e modernizzati

Gli elettrotreni Giruno verranno introdotti nel corso del 2019 sulle loro tratte d’impiego principale tra il Ticino e Basilea / Zurigo attraverso la galleria di base del San Gottardo. Nel 2020 verranno progressivamente impiegati anche nei collegamenti internazionali come EuroCity per Milano, sempre attraverso la galleria di base del San Gottardo.
I viaggiatori disporranno così di moderni treni con accesso a pianale ribassato, grandi spazi per i bagagli e un maggiore comfort.

Sinora le FFS hanno messo in servizio dodici bipiano TLP sulle tratte IR 13 Coira–San Gallo–Zurigo e IR 37 Basilea–Zurigo–San Gallo. Con il cambiamento d’orario su queste tratte verranno gradualmente inseriti altri veicoli. Come già reso noto, da dicembre 2019 i bipiano TLP circoleranno anche come treni InterCity sulla tratta IC 3 Basilea–Zurigo–Coira.

I bipiano TLP IC2000 ammodernati, presentati a fine marzo 2019, saranno introdotti progressivamente nel corso del 2019 e offriranno un maggiore comfort. Inoltre nel 2019 ha inizio la trasformazione delle composizioni automotrici a due piani delle linee RegioExpress: la 1ª classe viene rivalorizzata anche attraverso una nuova disposizione con tre sedili per ogni fila e in 2ª classe vengono montate prese elettriche al posto.

«Léman Express»: la più grande rete celere regionale transfrontaliera d’Europa

A partire dal 15 dicembre per i pendolari nell’agglomerato di Ginevra cambiano e si accorciano i tragitti. Ginevra avrà allora una sua «vera» rete celere, che oltre a 45 stazioni su una tratta di 230 chilometri collega tra loro anche due nazioni.
Le sei linee del «Léman Express» collegano Coppet nel Cantone di Vaud con Ginevra e diversi punti della vicina Francia. Ci saranno ad esempio nuovi collegamenti diretti da Coppet e Ginevra verso Annemasse, ma anche per Evian-les-Bains, Annecy e St-Gervais-les-Bains-Le Fayet. In futuro un milione di persone in Svizzera e Francia usufruirà di una nuova, moderna offerta dei trasporti pubblici con 240 collegamenti al giorno.

La base e la spina dorsale della rete celere regionale è costituita dalla nuova tratta in galleria da Ginevra ad Annemasse (CEVA) con cinque stazioni intermedie, che sarà inaugurata dopo otto anni di lavori.
Sulle linee del «Léman Express» saranno impiegati 39 nuovi treni della rete celere, di costruzione svizzera e francese. In più, il RegioExpress che circola ogni mezz’ora da Vevey−Ginevra fino ad Annemasse viene prolungato (con cadenza oraria nel fine settimana) e inoltre circolerà ogni ora già da St-Maurice (VS).

In questo modo la clientela del Basso Vallese potrà usufruire di una maggiore capacità e collegamenti diretti in direzione di Losanna−Ginevra. Con il RegioExpress il Basso Vallese sarà collegato ogni ora con la Francia lungo il lago Lemano.

Numerosi adattamenti regionali

Mittelland
Turgi−Aarau−Zofingen−Sursee (S29) Con l’orario 2020 la S29 Turgi−Aarau circolerà con cadenza oraria da Aarau fino a Olten (non stop) e verrà collegata attraverso la S8 Olten–Sursee alla nuova S29 Turgi−Aarau−Olten−Zofingen. In questo modo si introduce ogni ora un collegamento diretto da Sursee ad Aarau.
Cadenza semioraria integrale Langenthal−Olten−Langenthal (S23) La S23 circolerà tra Langenthal e Olten dal lunedì al venerdì fino alle ore 20.00 sempre con cadenza semioraria. Con quattro nuove coppie di treni vengono colmate le attuali lacune della cadenza fino alle ore 20.00. I collegamenti diretti Langenthal–Aarau–Lenzburg–Brugg–Baden a cadenza oraria sono mantenuti.

Svizzera centrale
Sursee−Lucerna−Baar (S1) Nuovi collegamenti mattutini: la capacità della S1 Sursee−Lucerna−Baar viene potenziata in modo mirato con collegamenti e veicoli supplementari (doppia composizione).
Treni rimodernati nella Seetal I 15 veicoli della S9 Lucerna−Lenzburg e della S99 Lucerna−Hochdorf saranno ammodernati e dotati di un sistema di informazione per i viaggiatori all’avanguardia, una migliore piattaforma d’accesso e una nuova finestra ad alta frequenza per una migliore ricezione della rete mobile.

Svizzera nord-occidentale
«Läufelfingerli» (S9) Miglioramento delle coincidenze con i treni del traffico a lunga percorrenza a Olten e Sissach. In questo modo il tempo di viaggio per i pendolari diretti a Basilea, Zurigo, Berna o Lucerna si riduce fino a mezz’ora.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia