Vediamo anche oggi come si sono comportate in Borsa le società del settore ferroviario quotate.

Dopo la giornata negativa di ieri, alcuni titoli tentano il recupero. Bene Talgo a Madrid che chiude a 5,740 euro con +0,110 (+1,95), grazie anche al buon risultato ottenuto nel primo trimeste 2019 (Ferrovie: Talgo aumenta i suoi profitti del 70% nel primo trimestre del 2019).
Segno più anche per FNM che a Milano chiude a 0,5120 euro +0,0090 (+1,79%), recuperando la perdita di ieri, e per Siemens a Francoforte che chiude a 106,04 euro con +1,26 (+1,20%).

Positive anche Alstom che a Parigi chiude a 38,10 euro con +0,23 (+0,61%) e Stadler Rail in Svizzera a 41,895 franchi svizzeri con +0,155 (+0,37%), mentre Newag a Varsavia chiude invariata a 15,90 zloty.

Tonfo per Vossloh che a Francoforte si ferma a 37,150 euro con -1,850 (-4,74%), in calo anche CAF a Madrid che chiude a 38,800 euro con -0,400 (-1,02%).

Chiusura di seduta in lieve ribasso anche per PKP Cargo che a Varsavia finisce a 42,90 zloty con -0,10 (-0,23%) e Jungfraubahn che in Svizzera si ferma a 141,80 franchi con -0,20 (-0,14%).

Con la borsa di Toronto ancora aperta, al momento, Bombardier è in calo a 2,070 dollari canadesi, dopo l'ultima chiusura a 2,090.

I dati riportati hanno ovviamente carattere indicativo; qualsiasi decisione operativa basata su di essi è presa dall'utente autonomamente e a proprio rischio.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia