È un periodo di grande fermento per la compagnia ferroviaria InRail.

Oltre a celebrare i dieci anni di attività dell'azienda con una locomotiva dalla livrea speciale, lo scorso 9 maggio è stata inaugurata la nuova officina manutenzione rotabili a Udine alla presenza di diverse autorità: Massimiliano Fedriga, Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Pietro Fontanini, Sindaco di Udine, Loris Michelini, Vice Sindaco e Assessore alla Mobilità, Lavori Pubblici, Edilizia Scolastica, Anna Mareschi Danieli, Presidente Confindustria Udine, Giancarlo Laguzzi, Presidente Fercargo, Tullio Bratta, Amministratore Delegato Inter-rail SpA e lo storico Claudio Canton.

L'investimento complessivo per il manufatto è stato di 3,5 milioni di euro, completamente versati da InRail. Il nuovo progetto ha riportato alla luce le vecchia officina dismessa ormai da vent'anni e tra le altre novità, c'è anche la nuova certificazione sulla rete ferroviaria slovena, che permetterà a InRail di operare in autonomia in oltre confine.

La nuova officina InRail di Udine si estende su una superficie di 15mila metri quadrati e contempla capannoni per la manutenzione e il lavaggio dei locomotori, aule per la formazione e una palazzina adibita a uffici e spogliatoi per il personale.

A pieno regime, l'impianto sarà in grado di operare contemporaneamente su otto locomotori e potrà garantire il ricovero di macchine per la manutenzione preventiva, la manutenzione correttiva, il lavaggio e le revisioni.

Foto in alto InRail

L'officina è raccordata alla rete ferroviaria nazionale con un tratto di binario di 210 metri.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia