Il cambio di orario di Trenitalia si è fatto sentire soprattutto in Adriatica con diverse novità.

Quella più grossa sono stati ovviamente i due ETR 700 che sono entrati in servizio su una coppia di Frecciargento tra Ancona e Milano.

Il primo treno del giorno, che abbiamo documentato ampiamente, è stato effettuato dall'ETR 700 n.10 mentre quello subito dopo dall'ETR 700 n.04.

Non sono mancate, tuttavia, anche tante altre novità, che in qualche modo stanno cambiando fortemente il volto della linea.

Prima fra tutte ben due Intercity reversibili, il 605 Milano C.Le-Taranto e il 613 Milano C.Le-Pescara, entrambi con la UIC-Z Pilota in testa e una E.402B in coda, rispettivamente la E.402B.113 per l'Intercity 605 e la E.402B.153 per l'Intercity 613.

Molto interessante anche il nuovo collegamento Frecciargento 8339/8338 Bolzano-Ancona e viceversa, effettuato dall’ETR 600 n.09 che ha così fatto tappa per la prima volta lungo la ferrovia Adriatica.

Meno altisonante ma curiosa la presenza dell’ultimo convoglio di ALe 642 a 4 pezzi sul Regionale 6505 per Pesaro ma anche il Regionale 1771 Bergamo-Pesaro meglio noto come la "Freccia Orobica" composto da quattro vetture Vivalto con in coda la E.464.905 o il Regionale 6294 Rimini-Ferrara espletato dall’ETR 350.105 anziché dalla solita composizione di Vivalto.

Sul fronte merci da registrare invece l'apparizione delle prime E.412 alla testa dei convogli Cargo.
Come documentato dal video a corredo, la E.412.008 si è palesata su un merci composto da una teoria di carri pianali trasportanti rotaie.

Tra le "stranezze" lungo la linea, invece, possiamo includere la MDVE nA 50 83 11-87 075-4 I-TI di 1ª Classe, appartenuta, in passato, alla DTR Piemonte, che circola tra Marche ed Emilia Romagna con la livrea “Milano - Torino” di Trenitalia.

Foto di Akiem483, video di Paolo Laganà, Akiem483 e Tommaso Ottaviani

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia