Con un post sulla sua pagina Facebook, il deputato M5S Nunzio Angiola, ha comunicato l’avvio dello studio di fattibilità del ripristino a fini turistici della ferrovia Gioia del Colle – Rocchetta Sant’Antonio.

“Sto seguendo la pratica insieme all'amico Emanuele Scagliusi, componente della Commissione Trasporti della Camera. - scrive Angiola - Ovviamente si fa riferimento alle disposizioni della legge n.128/2017 sulle ferrovie turistiche, alle informazioni contenute nel Contratto di Programma-parte Investimenti 2017-2021, recentemente registrato dagli Organi di controllo e agli aggiornamenti comunicati da RFI.

In particolare, per quanto riguarda la linea Avellino-Rocchetta Sant’Antonio, questa è inserita dalla legge n.128/2017 tra le linee da classificare, in prima istanza, tra quelle ad uso turistico. Si tratta di una linea sospesa all’esercizio dal 2010. Il progetto di ripristino ad uso turistico è previsto nel Contratto di Programma-parte Investimenti 2017-2021 e l’attività progettuale è in corso.

Per quanto riguarda la prosecuzione della linea Rocchetta Sant’Antonio-Gioia del Colle-Spinazzola, la tratta S. Nicola di Melfi-Spinazzola-Gravina (circa 81 km) è sospesa dal 2005. Essa è parte della più estesa linea Rocchetta Sant’Antonio-Spinazzola-Gioia del Colle.

Dal 2016 l’esercizio sulla Gravina-Gioia del Colle è stato sospeso in conseguenza del mancato rinnovo del contratto di servizio da parte della Regione Puglia
RFI sta procedendo ad effettuare delle perizie per valutare e definire i costi ed i tempi per la riattivazione dell’infrastruttura ferroviaria a soli fini turistici. Il consolidamento delle stime verrà comunicato entro il 30/9 in esito alla perizia di dettaglio in corso”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia