Le E.464 sono diventate le eredi dei locomotori del gruppo E.656 “Caimano” per la trazione dei treni InterCity Giorno e Notte in Sicilia.

Probabilmente non è la soluzione migliore, poiché potrebbe esserci qualche difficoltà nelle operazioni di composizione e scomposizione del treno a Messina e Palermo, in particolare per l'imbarco sui traghetti, fatto sta che le E.464, essendo monocabina, per il momento verranno ruotate nelle piattaforme girevoli a Messina e Palermo, recentemente ripristinate.

Nelle officine di Foligno, come noto, è presente la E.464.218, la prima unità sulla quale si sta applicando la livrea InterCity Giorno e alcuni cambiamenti al sistema di lateralizzazione delle porte oltre al ripristino degli organi di aggancio e repulsione tradizionali.

Sotto quasi ogni punto di vista, le E.464 sono migliori dei vecchi e moribondi E.656 e il loro riutilizzo avviene dopo numerose prove, andate a buon fine, effettuate nei mesi scorsi.

Per adesso in Sicilia, gli InterCity Notte 1961 (Roma Termini-Messina-Palermo) e 1954 (Palermo-Messina-Roma Termini) vengono effettuati con la E.464.619, fino ad alcuni giorni fa impegnata nei servizi della Divisione Trasporto Regionale, con la E.464.218 che dovrebbe essere consegnata entro giugno.

La prima corsa ufficiale di una E.464 con gli ICN, come abbiamo visto in esclusiva, è stata effettuata il 10 giugno 2019, proprio con la E.464.619 ed è già stato possibile percepirne i vantaggi, in particolar modo legati alla maggiore velocità e alla migliore ripresa.

Se prendiamo in considerazione la traccia dell'ICN 1954, le E.656, con velocità massima di 150 km/h partivano in orario da Palermo Centrale, nella zona di Cefalù, per via di alcuni incroci, accumulavano dieci minuti di ritardo, fino a Sant'Agata di Militello ne accumulavano altri cinque/dieci, per poi arrivare a Patti San Piero Patti con +20 e da lì in poi recuperavano un po', arrivando a Messina Centrale con +5/10.

Adesso, con le E.464, con velocità massima di 160 km/h avviene l'esatto contrario. Partenza in orario, a Cefalù vengono accumulati ugualmente 10 minuti per gli incroci con alcuni regionali, aventi sempre un po' di ritardo, arrivo a Sant'Agata con solo +5, a Patti S.P.P in orario e a Messina Centrale arrivo con 10/20 minuti di anticipo rispetto alla tabella di marcia del Caimano.

Situazione analoga avviene per l'InterCity Notte 1961 che si presenta a Palermo Centrale quasi sempre con venti minuti di anticipo!

In conclusione possiamo affermare che questo è un grande addio a dei locomotori, le E.656 che hanno fatto la storia delle FS, ma un grande passo avanti per i trasporti in Sicilia.

Testo, video e foto di Antonio Freni

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia