La città di Berlino lancia la rivoluzione del trasporto pubblico locale.

Metro, tram e bus oltre alla rete fluviale a 1 euro al giorno, meno della metà dell’attuale abbonamento annuale che ne costa ben 761. Si tratta di un piano decisamente ambizioso, tutt’altro che facile da attuare, concepito dal sindaco Spd Michael Müller, convinto di inseguire "un obiettivo realistico, fattibile, confermato dalle reazioni positive dei miei concittadini".

L'idea iniziale era quella di un biglietto gratuito ma era un "obiettivo troppo lontano dalle nostre risorse finanziare", chiosano da Comune. Nulla toglie che siamo comunque di fronte ad una svolta epocale "sul modello di Vienna e sulla spinta della questione ambientale".

Il nuovo abbonamento sarà disponibile entro i prossimi 24 mesi e costerà circa 100 milioni di euro in mancati incassi, metà dei quali a carico del Comune. Una cifra non da poco per Bvg che gestisce il trasporto pubblico, il cui bilancio 2019 prevede 1,4 milioni di ricavi, in netto calo rispetto ai 13,2 dell’anno scorso.

Del resto si era anche pensato "a cifre inferiori a 1 euro ma poi non sarebbe rimasto il denaro necessario per i nostri due investimenti prioritari: l’espansione della rete e il rinnovo del parco-mezzi Bvg", sottolinea il sindaco. 

"In questo momento si spalanca una finestra di straordinaria opportunità nel budget del Land in cui è finalmente possibile considerare il progetto del nuovo abbonamento. Dobbiamo essere pronti a cogliere al volo questa possibilità" dice Müller. Un’idea che attira le attenzioni anche di Bonn e Reutlingen dove già viene testata la carta ridotta in nome della "crescente domanda di protezione del clima e di città più a misura umana".

I tecnici della Bvg, intanto, ammettono che "le infrastrutture dovranno essere massicciamente ampliate per accogliere il forte aumento di passeggeri attirati dall’enorme riduzione della tariffa" ma tutto questo dovrebbe comportare fin da subito meno traffico sulle strade e il miglioramento della qualità dell’aria.

Per questo il sindaco chiede "nuovi treni ora, per potere ampliare l’offerta e quindi la sostenibilità sul lungo periodo dell’abbonamento. Personalmente sono convinto che sia realizzabile".

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia