Altro giro, altra musica, e sotto con le demolizioni.

Per ogni Pop o Rock che entra in servizio è ormai assodato che vecchi materiali se ne vanno per sempre.

Ne vediamo tutti i giorni e anche oggi ve ne diamo conto, visto che proprio ieri ha mosso l'ennesimo convoglio da Ancona a San Giuseppe di Cairo che come ormai sa anche la scrivania sulla quel abbiamo il PC raggiungerà per tappe.

Titolare la E.655.425 che ha poco da sorridere visto che potrebbe presto essere "dall'altra parte".

Dietro di essa il complesso n.4 di ALe 841 ma privo di un elemento intermedio, seguito da un rimorchio Le 108 e da tre ALn 668.

Per quelli come noi che sono feticisti dei numeri vediamo qualche marcatura.

Il complesso di ALe 841 incompleto era composto dalla ALe 841.007 ex ALe 601.058 di costruzione Casaralta-Cesa datata 1972 e trasformata nel 1996, dal rimorchio Le 761.004 ex Le 601.021 costruito da Casaralta-Ocren nel 1963 e trasformato nel 1996 e dalla ALe 841.008 ex ALe 601.060 costruita da Casaralta-Cesa nel 1972 e trasformata nel 1996.

Dietro tutto ciò era presente il Le 108.044 (Cittadella-Lucana, 1976), la ALn 668.3120 (Savigliano, 1981), la ALn 668.3225 (Savigliano, 1982) e la ALn 668.3240 (Savigliano, 1982).

Già che siamo in argomento vi aggiorniamo anche sull'ultimo viaggio di oggi da Alessandria a San Giuseppe di Cairo di rotabili che avevamo già visto avviati al taglio. Si tratta della E.655.550 e del complesso ALe 841 n.5. Una prece.

Foto e video di Akiem483 e Tommaso Ottaviani

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia