Come vi abbiamo già riferito, sono in servizio da ieri, domenica 6 ottobre, sulla tratta Aosta-Torino i primi treni bimodali a circolare sulla rete ferroviaria italiana.

I convogli collegano i due capoluoghi di regione con nove corse giornaliere senza più la necessità del cambio treno a Ivrea, dovuta al divieto di accesso nella stazione interrata di Torino Porta Susa dei mezzi a trazione Diesel.
I bimodali infatti possono sfruttare sia l’alimentazione elettrica sia il motore a combustione. "Un terzo convoglio - anticipa la partecipata da FS - sarà consegnato nei prossimi giorni e gradualmente entreranno in circolazione tutti i cinque treni previsti”.

Disponibili a bordo treno anche “informazioni aggiornate sui display di bordo, posti bici, accessi facilitati per le persone a ridotta mobilità o con disabilità” oltre a “elevati standard di sostenibilità ambientale, di sicurezza e di comfort”.

Al momento sono in servizio i convogli BTR 813 004 e 005 che dovrebbero essere seguiti a brevissima scadenza dal BTR 813 003. Ad oggi l’orario ufficiale non ha subito variazioni, quindi a Ivrea è prevista la fermata lunga come fosse previsto il cambio del treno.

Tanti i tecnici e i ferrovieri che hanno assistito al battesimo, ma anche tanti i curiosi in linea e nelle stazioni valdostane

Ora non resta che attendere il cambio orario di dicembre per vedere se sarà possibile un abbattimento dei tempi di percorrenza riducendo la sosta a Ivrea.

Ringraziamo Paolo Franchetto per le informazioni. Foto di Gilberto Zara e Umberto Scagliotti

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia