Proseguono le demolizioni delle E.444R "Tartaruga".

Il tempo, del resto, va avanti anche per loro, e tolte dal servizio sono inevitabilmente destinate alla demolizione.

Finora sono partite quasi tutte unità del nord mentre ieri hanno preso la via della fiamma ossidrica due macchine ferme da tempo a Roma San Lorenzo.

Si tratta, per la precisione, della E.444R.044 e della E.444R.075 che due notti fa sono state trasferite via Tirrenica a Savona Parco Doria. Già nella giornata di oggi dovrebbero quindi essere inoltrate a San Giuseppe di Cairo, resta da vedere se da sole o in compagnia di altro materiale.

Proprio a Savona, infatti, è rimasta un'altra unità del Gruppo probabilmente destinata al taglio, la E.444R.022.

Per ora ci limitiamo a fornire qualche dato saliente sulle due macchine che hanno mosso dalla Capitale. La E.444R.044 è una Breda del 1971 Riqualificata nel 1993 mentre le E.444R.075 è una Casaralta-Italtrafo datata 1974 e Riqualificata nel 1993.

Le foto di Giovanni Gardenghi (sopra) e Marco Claudio Sturla (sotto) ci mostrano il treno in transito a Camaiore Lido-Capezzano e Cavi di Lavagna con in testa la E.402B.179.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia