Come avevamo anticipato qualche tempo fa, si inizierebbe a delineare il ruolo delle Ferrovie dello Stato in Grecia.

Nella mattinata di oggi l'ETR 485 n.31 è stato trasferito da Roma a Cervignano da dove, se le indicazioni che abbiamo raccolto sono corrette, dovrebbe proseguire alla volta della Repubblica Ellenica.
Giunto a destinazione, il convoglio dovrebbe effettuare alcune corse prova come anticipato già qualche tempo fa dai siti web locali (Ferrovie: gli ETR 485 di Trenitalia destinati alla Grecia?).

Esse sarebbero propedeutiche all'entrata dei Pendolino di seconda generazione nel parco rotabili di TrainOSE, società di trasporto ferroviario nell'orbita del gruppo Ferrovie dello Stato Italiane che attualmente gestisce tutti i treni passeggeri e merci che operano sulle linee greche.

Non è ancora chiaro, tuttavia, se saranno i convogli di questo Gruppo a circolare sulle linee elleniche. Secondo alcune voci si starebbe pensando di convertire alla tensione greca (25kV ca 50Hz) gli ETR 460/463/470 lasciando quindi gli ETR 485 in Italia anche se questo colliderebbe con l'indagine di mercato tramite acquisizione di manifestazione di interesse per la vendita proprio dei Pendolino più vecchi.

Intanto, sul blog dei macchinisti greci da un lato si conferma l'avvio dei test con un ETR 485 a settembre, dall'altro si parla proprio di questi treni destinati al servizio e non di quelli più datati ma si richiedono anche nuove iniziative sulla linea che i Pendolino, qualsiasi essi siano, dovranno andare a percorrere.

In particolare, come si legge cliccando qui vengono richiesti il completamento della linea aerea tra Atene e Salonicco, la recinzione dell'intera linea ferroviaria in modo che persone, veicoli e animali non possano attraversarla e l'aumento della sicurezza dal punto di vista del segnalamento.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia