L'azienda spagnola Talgo ha annunciato le due sedi selezionate come potenziali siti in Gran Bretagna per la realizzazione di una fabbrica per la costruzione di materiale rotabile.

Chesterfield nel centro dell'Inghilterra e Longannet nella Scozia centrale sono stati selezionati da una lista originale di 30 località, con una decisione finale che è prevista a metà novembre.

"L'istituzione di un impianto di produzione in Gran Bretagna è una parte significativa della strategia futura di Talgo", afferma il presidente, Carlos de Palacio. "L'obiettivo di Talgo è quello di stabilire una vera produzione, piuttosto che assemblare parti realizzate altrove. Ciò significa che attingeremo da materiali e competenze in tutta la Gran Bretagna. Questo permette di mantenere più denaro nell'economia britannica e creare più posti di lavoro qualificati a lungo termine".

De Palacio dice che Talgo sta anche cercando di sviluppare un centro di test in Gran Bretagna che sia in grado di garantire un'introduzione regolare e impeccabile di nuovi treni in servizio.

Talgo è anche uno dei cinque offerenti in lizza per un contratto da 2,75 miliardi di sterline per la fornitura di un minimo di 54 treni da 360 km/h per la fase 1 della linea britannica HS2 ad alta velocità che collegherà Londra e Birmingham.

Bombardier Transportation e Hitachi Rail hanno concordato di unire le proprie forze per fare offerte al fianco di Alstom e Siemens, mentre HS2 Ltd ha anche invitato CAF ad aderire all'elenco degli offerenti preselezionati. 

Il contratto dovrebbe essere aggiudicato alla fine del 2019 e la flotta deve essere operativa entro il 2026 in tempo utile per l'apertura della linea ad alta velocità.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia