FNM S.p.A. e Stadler hanno sottoscritto oggi l’Accordo Quadro per la fornitura di treni diesel-elettrici per il servizio ferroviario regionale.

La firma di oggi fa seguito all'aggiudicazione alla stessa Stadler della gara indetta da FNM lo scorso anno, in base a quanto stabilito dal programma di acquisto di nuovi treni, approvato e finanziato con 1,6 miliardi di euro da Regione Lombardia (delibera n. X/6932 del 24 luglio 2017 e legge regionale "Assestamento al bilancio 2017-2019" n. 22 del 10-08-2017).

L’Accordo Quadro, che ha una durata di 8 anni, prevede la fornitura di convogli diesel-elettrici, che saranno destinati alle linee non elettrificate. La quantità minima garantita è di 30 treni, la quantità massima è di 50. Il prezzo è di 6.395.000 euro per ogni treno. L’Accordo Quadro prevede anche il servizio di manutenzione programmata di primo livello e di manutenzione correttiva per atti vandalici ed eventi accidentali.

Contestualmente alla firma dell’Accordo Quadro, FERROVIENORD, società controllata al 100% da FNM, ha sottoscritto con Stadler il primo contratto applicativo per 30 convogli per un importo complessivo di 191.850.000 euro. La consegna dei primi treni, che comprende i tempi di costruzione e di omologazione, è prevista entro il 2021.

Si tratta di convogli bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione diesel-elettrica.

Questi alcuni dei principali numeri: Lunghezza (metri) 66,80, Carrozze passeggeri 3, Posti a sedere 168, Posti totali 328, Velocità massima (km/h) 140, Toilette 1.

In fase di stesura del capitolato di gara, particolare attenzione è stata riservata alla sostenibilità ambientale e sociale e all'individuazione di soluzioni innovative che potessero soddisfare standard elevati.
La propulsione del treno è garantita da uno speciale modulo (Power Pack) nel quale sono alloggiati due motori diesel di ultima generazione a basse emissioni (stage V con catalizzatore SCR) che alimentano due set di batterie. Grazie alle batterie e alla trazione diesel-elettrica, il nuovo treno potrà viaggiare a emissioni ridotte lungo i tracciati suburbani e a emissioni zero nelle stazioni, fornendo anche potenza supplementare in fase di accelerazione.
Le nuove tecnologie consentono infatti migliori prestazioni: +20% in accelerazione, con una riduzione dei tempi di percorrenza particolarmente significativo in una realtà come la Lombardia con stazioni numerose e ravvicinate; recupero di energia in frenata; minore peso sugli assi delle ruote (-19%) con i conseguenti minori costi per la manutenzione delle infrastrutture.

Rispetto alla flotta attuale, il consumo di carburante si riduce del 30% con un risparmio stimato di 3 milioni di euro all'anno. Molto significative anche le minori emissioni di CO2: -12.400 t/anno (come 8.600 auto).
Il posizionamento dei motori al centro del treno garantisce inoltre un grande comfort per i passeggeri: rumori e vibrazioni non vengono infatti trasmessi alle carrozze. L’avviamento elettrico in stazione permette anche in questo caso di ridurre drasticamente rumori e emissioni. Elevato inoltre il ricorso a materiali riciclabili (indice di riutilizzo pari al 93%).

Sul fronte tecnologie e sicurezza, da segnalare, tra le altre dotazioni, la presenza di: illuminazione LED, Wi-Fi, prese 220V e USB, sistema informazione a passeggeri, telecamere per la videosorveglianza e un sistema di assistenza luminosa che segnala apertura e chiusura delle porte.  L’accessibilità per le persone a mobilità ridotta è resa agevole dalla presenza di pedane scorrevoli che compensano la distanza tra porta e banchina. Presenti anche postazioni per le biciclette.

Con la firma di questo secondo Accordo Quadro, dopo quello per i convogli ad alta capacità – commenta il presidente di FNM Andrea Gibelli – proseguiamo nell'azione di  rinnovamento della flotta dei treni, possibile grazie ai finanziamenti e alle indicazioni di Regione Lombardia. L’obiettivo resta sempre quello di garantire un servizio migliore alle 750.000 persone che quotidianamente utilizzano il servizio ferroviario regionale. Le caratteristiche particolarmente innovative di questi convogli diesel-elettrici assicureranno standard qualitativi e performance tra i migliori in Europa”.

Siamo onorati – sottolinea Thomas Ahlburg, CEO del Gruppo Stadler - di poter supportare FNM nel processo di evoluzione ed ammodernamento continuo della flotta con veicoli innovativi sia dal punto di vista delle tecnologie di trazione ad elevata efficienza energetica, sia con l’impiego di soluzioni particolari dedicate alla sicurezza ed al comfort dei passeggeri. Siamo stati onorati di aver collaborato con gli studi di Design GIUGIARO Architettura e NOSE Design Experience”.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia