Tra i paesi che stanno spingendo di più per il trasferimento delle merci su rotaia ci sono i Paesi Bassi.

Il governo locale ha concordato un pacchetto di sussidi per ridurre le tariffe di accesso alla rete ferroviaria per gli operatori di trasporto merci e per incoraggiare il trasferimento di questo trasporto da strada a ferrovia in cambio di un investimento in una logistica portuale più efficiente e misure per ridurre l'impatto ambientale dei treni merci in circolazione.

Il regime di sussidi per l'accesso al trasporto ferroviario merci è stato approvato dalla Commissione europea l'8 luglio a seguito di una revisione delle norme sugli aiuti di Stato e sarà introdotto retroattivamente dal 1 ° gennaio 2019.

Il pacchetto ha tre elementi:

1) ridurre le tariffe di accesso per allinearle a quelle tedesche
2) una sovvenzione massima di 70 milioni di euro tra il 2019 e il 2023 con una valutazione intermedia nel 2023
3) un tasso più elevato di sovvenzioni per il trasporto intermodale e di carichi merci.

Si prevede che l'iniziativa aumenterà il trasporto ferroviario di merci nel paese da 41,5 milioni di tonnellate nel 2018 a 54-61 milioni di tonnellate entro il 2030.

In cambio, gli operatori devono accettare di:

1) partecipare a programmi pilota per migliorare l'efficienza della logistica portuale
2) partecipare alla ricerca sulla causa delle vibrazioni dei treni merci e studiare modi efficaci per ridurle 
3) utilizzare carri e locomotive moderni dotati di tecnologia per ridurre il rumore e le vibrazioni e sensori per monitorare lo stato delle apparecchiature. La flotta merci dovrebbe essere silenziosa al 90% entro cinque anni rispetto a circa il 50% di oggi, e
risparmiare energia sperimentando anche combustibili puliti.

Questa sovvenzione non può essere utilizzata per finanziare l'acquisto di apparecchiature di bordo ETCS.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia