Secondo i risultati del primo semestre della società, rilasciati il 16 agosto, la crescita del volume di passeggeri sui servizi delle ferrovie olandesi Nederlandse Spoorwegen (NS) ha notevolmente superato le proiezioni.

I chilometri passeggeri sono aumentati del 4,6%, rispetto alla crescita prevista dell'1,9%. Il tasso di crescita è stato persino più elevato in alcune importanti stazioni come Rotterdam Central e Schiphol Airport. Anche il gradimento dei passeggeri è migliorato, con l'88% che ha assegnato a NS un punteggio di almeno 7 su 10, rispetto all'84% della prima metà del 2018.

Con l'aumentare del traffico sulla rete, NS sta esortando il governo a stanziare finanziamenti per il potenziamento della capacità in modo da poter aumentare la frequenza e la lunghezza dei convogli.

Se la crescita del volume di passeggeri continuerà a superare le previsioni in base all’analisi del mercato nazionale e della capacità (NMCA) del governo olandese, la rete raggiungerà probabilmente la capacità entro il 2027.

NS prevede invece che se la crescita continuerà al ritmo registrato nella prima metà di quest'anno, la rete raggiungerà la capacità due anni prima. Secondo le stime del governo, la crescita annuale è prevista tra l'1,4 e il 1,9%.

Per i servizi internazionali a lunga distanza, la società registra una crescita compresa tra il 10% e il 20% per destinazioni come Bruxelles, Parigi, Francoforte e Londra.
Nella prima metà del 2019 il fatturato del Gruppo NS è aumentato di € 285 milioni su base annua a € 3.156 miliardi. Il fatturato delle operazioni è salito da 1,523 a 1,582 milioni di euro, trainato in parte dall'aumento del volume dei passeggeri.

La puntualità è leggermente diminuita dal 93,1% nella prima metà del 2018 al 92,9% nei primi sei mesi di quest'anno, in parte a causa delle continue difficoltà operative di HSL South, dovute ai problemi del software sulle locomotive Traxx che hanno influito sulle prestazioni dei servizi IC Direct tra Amsterdam, Rotterdam e Breda.

La puntualità sulla rotta è scesa all'82,6%, rispetto all'84,8% nel corrispondente periodo del 2018. La società riferisce però che il dato su questi servizi sta migliorando dopo l'attuazione di un programma specifico.

Anche la controllata internazionale Abellio ha avuto un buon inizio nel 2019, con una crescita sia sul mercato tedesco che britannico. I ricavi in ​​Gran Bretagna, dove Abellio gestisce le franchigie ScotRail, Greater Anglia e West Midlands (quest'ultima in un consorzio con JR East e Mitsui), sono aumentati di 188 milioni di euro su base annua a 1.322 miliardi di euro. In Germania, i ricavi sono aumentati da € 168 milioni a € 252 milioni dopo l'inizio dei contratti Reno-Ruhr Express (RRX) e Sassonia Diesel Network nel dicembre 2018.

Nederlandse Spoorwegen ha stanziato 42,5 milioni di euro per compensare le famiglie delle vittime olandesi dell'Olocausto, che sono state trasportate in treno nei campi di concentramento nazisti.

La società ha poi ricevuto un pagamento di 21 milioni di euro a seguito della vendita dei treni ad alta velocità Ansaldo Breda V250 Fyra a Trenitalia e 41 milioni di euro dall'autorità dei consumatori e dei mercati (ACM) dopo che la Corte di giustizia di Rotterdam ha annullato un'ammenda nei suo confronti.

NS ha registrato un utile netto di 94 milioni di euro nella prima metà di quest'anno, in aumento rispetto ai 21 milioni di un anno fa.

Foto 2 Alex Weber

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia