Il gestore dell'infrastruttura dei Paesi Bassi, Prorail, rende noto che la sua rete elettrificata di 2.100 km deve affrontare problemi che soddisfano la domanda di potenza di trazione dovuta all'introduzione di treni nuovi e più lunghi e all'aumento delle frequenze.

Prorail afferma di aver identificato 60 strozzature nell'alimentazione e necessita di più sottostazioni e trasformatori insieme a cavi di capacità superiore per adattare la rete ai futuri flussi di traffico.

A febbraio il governo dei Paesi Bassi ha svelato i piani per collegare nove città principali con servizi a intervalli di 10 minuti entro il 2040, il che aumenterà in modo significativo la pressione sulle rotte principali. Tuttavia, il mese scorso le Ferrovie Olandesi (NS) hanno avvertito che la rete entrerà in crisi di capacità entro il 2027 se non saranno fatti investimenti nel potenziamento delle infrastrutture. 

La linea tra Haarlem e la città costiera di Zandvoort aan Zee è un esempio di un percorso che già soffre degli effetti negativi dell'inadeguata infrastruttura a livello elettrico. Normalmente due treni all'ora operano in ciascuna direzione, aumentando a quattro treni all'ora nelle ore di punta.

Inoltre le corse automobilistiche di Formula 1 torneranno sul circuito di Zandvoort nel 2020 e si prevede che oltre 300.000 persone viaggeranno in treno durante l'evento di tre giorni. Prorail afferma che il sistema di elettrificazione non sarà in grado di far fronte a più di quattro treni all'ora.

Durante gli anni '80 e '90 gli olandesi progettarono di convertire la rete da 1,5kV cc a 25kV ac, ma i piani furono in seguito abbandonati. Prorail ha rivalutato il business case per la conversione a 25kV ac e ha scoperto che esisteva un caso più efficace per l'aggiornamento della rete a 3kV dc, che avrebbe migliorato l'accelerazione e ridotto il consumo di energia.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia