A quanto si evince dalla stampa straniera, il malfunzionamento della funzione antipizzicamento delle porte dei treni svizzeri non è un fenomeno nuovo.

Secondo alcune fonti media, negli ultimi cinque anni sarebbero state effettuate infatti 328 riparazioni. "Fanno parte della manutenzione ordinaria dei vagoni", ha affermato a Keystone-ATS il portavoce delle FFS Jean-Philippe Schmidt confermando quanto pubblicato dai quotidiani del gruppo Tamedia.

Per il momento non sarebbe ancora chiaro se questa cifra sia in qualche modo significativa e le stesse FFS, prima di commentarla, vogliono vedere i risultati dell'audit esterno sui processi di manutenzione del materiale rotabile commissionato dall'Ufficio federale dei trasporti.

Chi parla è invece il Sindacato del personale dei trasporti (SEV) secondo il quale sessanta casi problematici all'anno sarebbero troppi. Secondo il segretario sindacale Jürg Hurni, citato dai giornali Bund e Tages Anzeiger, ciò avrebbe spinto le FFS a ridurre il periodo tra un controllo e l'altro.

Le ferrovie federali verificano la funzione antipizzicamento delle porte ogni sette-dieci giorni mentre un esame approfondito viene eseguito ogni 60 giorni. Circa 2.000 porte vengono così verificate una cinquantina di volte all'anno, il che porta a 100.000 controlli all'anno, afferma Schmidt.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia