Il deragliamento di un ICE avvenuto lo scorso 17 febbraio a Basilea è stato causato dall’azionamento di uno scambio durante il passaggio del treno.

La conferma arriva dal Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza. Il treno, con 240 passeggeri a bordo, era in viaggio da Berlino a Interlaken e nei pressi di Basilea, alle 20.44, la sua parte posteriore è stata deviata su un binario diverso da quello su cui viaggiava la parte anteriore. A uscire dai binari erano stati solo gli ultimi due elementi di coda. 

Il treno, fortunatamente, ha concluso la sua corsa a solo venti metri da un muro in cemento di separazione tra i binari. Per circa 900 metri dallo scambio incriminato sono stati danneggiati binari, dispositivi di sicurezza e infrastruttura ferroviaria e lo stesso ICE ha subito danni importanti.

Nell'incidente una sola persona è rimasta ferita a una mano mentre cercava di schiacciare il tasto per l’apertura di emergenza delle porte. Curioso il punto dove è accaduto il sinistro, tra la stazione centrale FFS e quella gestita dalle Ferrovie tedesche (Badischer Bahnhof). L’incidente si è verificato su un tratto di competenza della DB Netz AG (Deutsche Bahn), mentre la testa del treno si è fermata in un punto gestito dalla divisione Infrastruttura delle FFS. Lo scambio interessato è gestito dalla DB Netz.

 

All’origine del sinistro, ha spiegato il SISI, vi è stato un disguido dovuto al passaggio in breve tempo di due treni. Il responsabile della circolazione ha inserito involontariamente un binario di destinazione sbagliato, poi, accortosi dell’errore, ha tentato di correggere il percorso all’ultimo momento.

 
Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia