Durante la cerimonia di inaugurazione della rinnovata stazione di Ovada Daniele Mari, direttore territoriale Produzione Genova di RFI ha annunciato che la società sta valutando la possibilità di procedere alla rimozione della frana caduta in stazione a Mele quasi 20 anni fa.

“L’intervento è in fase di progettazione - ha spiegato Mari a La Stampa a margine della mattinata -. Ne stiamo valutando i costi e vedremo poi con la Regione Liguria come proseguire”.
La spesa stimata è molto alta, visto che si parla di circa 20 milioni di euro, ma non è detto che non si possano trovare le risorse proprio nel Decreto Genova. Anche sui tempi RFI al momento non si sbilancia: “Vedremo, nel caso, se e quando arriveranno i finanziamenti”.

Da quasi 20 anni gli appelli dei pendolari per vedere rimossa la frana e ripristinata la normale circolazione dei convogli, sono sempre rimasti ignorati. Ma gli ultimi, quelli sollevati nei mesi scorsi, dopo il crollo del ponte Morandi e l’arrivo dei miliardi per sostenere la viabilità dei nodi ferroviari e stradali genovesi, sembrerebbe aver avuto effetto diverso.

Mari non ha svelato di più e la prudenza rimane molta, anche perché non è detto che a questa fase di studio possa fare seguito l’inizio dei lavori a breve termine.

E tuttavia, dopo quasi due decenni di silenzio, l’ipotesi che le FS stiano almeno lavorando a possibili soluzioni non dispiace ai pendolari, che col comitato Difesa trasporti Valli Stura e Orba, tra fine 2018 e inizio 2019 hanno detto di voler ottenere migliorie strutturali sulla linea, chiedendo, proprio in virtù dei nuovi stanziamenti, più treni, ripristino di una serie di “incroci” soppressi nelle stazioni minori e soluzioni, proprio per la questione Mele.

Si muove intano anche la provincia. Lo scorso venerdì, il presidente Baldi ha scritto agli assessorati ai Trasporti di Piemonte e Liguria e a RFI per chiedere un incontro urgente sui problemi della linea di valico, puntando l’attenzione sulla promessa disattesa di inserire una coppia di nuovi treni, per migliorare il “cadenzamento” orario attuale, e sulla necessità di ridurre i tempi di percorrenza.

L'articolo integrale sull'edizione on line de La Stampa.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia