L'est Europa punta sempre di più sui collegamenti ferroviari internazionali.

Nei giorni scorsi János Lázár, membro di Fidesz, il partito di maggioranza in Ungheria e in precedenza capo del Gabinetto del Primo ministro, ha annunciato al quotidiano Délmagyarország che l'Ungheria sarebbe interessata a costruire una nuova linea ferroviaria della lunghezza di 500 chilometri, che dovrebbe collegare alcune tra le principali città in Ungheria, Serbia e Romania.

Lázár ha riferito di aver sottoposto l'idea al primo ministro ungherese Viktor Orbán, che avrebbe manifestato interesse per l'operazione. Stando a quanto comunicato dai media locali, l'argomento sarà inserito nell'agenda di una riunione congiunta dei governi di Serbia e Ungheria il prossimo aprile.

La nuova linea dovrebbe collegare le città di Pécs, Baja, Subotica, Szeged, Békéscsaba, Oradea e Debrecen. Per la sua costruzione si è stimato un costo di circa 2,6 miliardi di euro ma Lázár ha reso noto che il progetto potrebbe ricevere un sostegno finanziario dall'UE e dalla Serbia e potrebbe essere completato in massimo dieci anni.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia