Anche se in questi giorni le cronache ferroviarie sono intasate da altri eventi, proseguono in silenzio le demolizioni di rotabili obsoleti da parte di Trenitalia.

Lo scorso 23 marzo ha mosso un altro convoglio di materiale probabilmente demolendo da Cervignano Smistamento a Verona.

La macchina intitolata di trainare il treno è stata la E.632.051 che aveva dietro di se una composizione mista di automotrici, rimorchi e vetture.

Per l'esattezza erano presenti quattro ALe 940 (.027, .029, .053 e .060), una ALe 801 (.051), due Le 108 (.098 e .101) e quattro vetture.

Limitando la nostra attenzione ad automotrici e rimorchi, abbiamo due automotrici del 1978 (ALe 940.027 e .029), tre del 1979 (ALe 801.051, ALe 940.053 e .060) e due rimorchiate del 1977 (Le 108.098 e .101).

Qualora fosse confermato l'inoltro a demolizione, la destinazione finale di questo invio sarà probabilmente, come sempre, San Giuseppe di Cairo e quando il treno sarà giunto sarà stato assestato un altro colpo al Gruppo ALe 801/940 e ai relativi rimorchi, ormai presenti in un numero sempre più ristretto di esemplari.

Foto di repertorio di Luca Faggi

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia