Il nuovo orario è ormai alle porte, eppure dei treni che si credeva dovessero entrare in servizio a giugno si stanno perdendo le tracce.

Sia chiaro, mancano ancora più di due settimane e tutto può cambiare, ma al momento è difficile non vedere la cortina di fumo che sembra essere calata sui nuovi treni regionali e su quelli ad Alta Velocità.

Iniziamo dai primi. Secondo le tempistiche dettate durante la presentazione, i nuovi Pop e Rock sarebbero dovuti entrare in servizio entro maggio 2019. Al momento quel che sappiamo è che stanno ancora conducendo corse prova nelle zone afferenti Bologna e sull'Adriatica, ma una data precisa di entrata in servizio regolare ancora non c'è.

Va detto che ne sono stati consegnati diversi dalle due ditte, ma al momento non abbiamo alcuna anticipazione di quando potranno accogliere i passeggeri e ci sembra improbabile che lo riescano a fare prima della fine del mese. Speriamo davvero di essere smentiti.

Non c'era alcuna data ufficiale ma tutto lasciava pensare ad un entrata in servizio col cambio orario, invece, per gli ETR 700.

Certo, qui i tempi sono inevitabilmente più lunghi, ci sono treni da trasformare, interni da rifare sostanzialmente daccapo, prove più approfondite da sostenere, ma è pur vero che questi convogli sono ormai mesi che girano per l'Italia pressoché in lungo e in largo e non essendo proprio "di primo pelo", sarebbe bello vederli in servizio il prima possibile.

Oggi, sono disponibili tre convogli, se non andiamo errati, probabilmente troppo pochi per effettuare un servizio con regolarità, per cui è difficile che si possa partire il 9 giugno e con tutta probabilità si faranno dei cambiamenti di turni in corso d'opera.

Situazione analoga anche per le E.414 da trasferire al segmento Intercity Giorno. Di recente abbiamo visto che sono almeno dieci le unità convertite per un totale di cinque coppie di convogli, eppure, anche qui, l'entrata in servizio pare non avvenga contestualmente al cambio orario, venendo invece posticipata, probabilmente non di molto.

Fuori da questo "gioco" ma da tenere d'occhio ci sono poi anche le E.464 destinate anch'esse al servizio Intercity, con la prima unità che ormai sarebbe quasi pronta ma anche in questo caso probabilmente non in tempo per il cambio orario.

Sia chiaro, mancano ancora più di due settimane e tutto può essere sovvertito e non sarà qualche giorno in più a sminuire la profonda opera di svecchiamento messa in atto da Trenitalia.

Ma da appassionati e ancora prima da viaggiatori, siamo molto ansiosi di vedere i nuovi mezzi all'opera e di poterli testare finalmente "sul campo".

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia