Le ferrovie tedesche non finiscono di stupire... in tutti i sensi.

Una capotreno delle DB è stata licenziata dopo che da una indagine è emerso che girava dei video bollenti con i passeggeri sorpresi senza biglietto.

Il singolare episodio si è verificato ovviamente in Germania ed ha visto protagonista una trentatreenne originaria di Halle.
La donna costringeva i passeggeri senza biglietto a subire le sue fantasie da dominatrice.
Dopo aver individuato il trasgressore, lo costringeva ad attendere che il treno si svuotasse per girare video decisamente piccanti. La maggior parte degli episodi segnalati si verificavano sulla tratta Sassonia-Anhalt. 

La notte, si sa, in questi casi aiuta, per cui la maggior parte delle scene venivano girate al calare del sole.
Il giornale Bild ha ricostruito nei dettaglio una vicenda che in queste ore sta facendo discutere molto in Germania con le DB che hanno preso le distanze dalla trentatreenne sottolineando che l’impiegata è stata allontanata da tempo dal posto di lavoro. 

“Non è consentito ai dipendenti di DB di utilizzare abiti da lavoro, attrezzature o spazio per scopi privati ​​o commerciali. Stiamo esaminando i fatti del caso e valutando ulteriori provvedimenti da prendere”.

Le performance della avvenente ragazza sono venute a galla perché l’ormai ex dipendente delle ferrovie tedesche condivideva i video delle sue particolari punizioni su un sito ‘specializzato’ con il titolo “L’evasore preso sul treno da Lady Ashley”.

In uno dei filmati si vede la trentatreenne avvicinarsi al passeggero senza biglietto ed affermare: “Ora ti mostrerò cosa faccio con i passeggeri che non pagano le tariffe. Tira giù i pantaloni e mostra… “. Dopo di che la donna brandisce con una frusta il trasgressore.

La ragazza ha tentato di difendersi affermando che fuori dall’orario di lavoro era libera di fare quello che voleva.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia