Secondo il Presidente del Sindacato svizzero dei macchinisti Hubert Giger, la velocità di 200 km/h alla quale viaggiano i treni passeggeri nella galleria di base del Gottardo andrebbe ridotta.

Questo perché genererebbe un forte consumo di energia, nonché un eccessivo logoramento di ruote e binari, mentre per quanto attiene i convogli merci, invece, si parla di ridotta capacità.

Stando a quanto rilevato dalla stampa d'oltralpe, i macchinisti chiederebbero di ridurre la velocità massima a 160 km/h visto che, a loro dire, per guadagnare quattro minuti di viaggio gli svantaggi sarebbero eccessivi a livello di utilizzo d'energia.

La pensa diversamente l’Ufficio federale dei trasporti, secondo il quale una riduzione della velocità dei treni passeggeri non permetterebbe di aumentare la capacità per i convogli merci, visto che lungo il tunnel non esiste la possibilità di effettuare sorpassi dinamici. Riguardo al consumo di energia, del resto, lo stesso Giger ricorda che "il 90% dell’energia utilizzata dalla ferrovia proviene da fonti rinnovabili".

Le FFS, invece, sottolineano che "non tutti i convogli percorrono la galleria di base a 200 km/h" e che "i treni sfrecciano alla velocità massima soltanto quando è necessario recuperare un ritardo".

Quella di Giger è solo l'ultima voce che si leva in quella direzione, anche se prima di lui avevano fatto la medesima osservazione anche alcuni politici tra cui la Verde Regula Rytz e Michael Töngi, ma anche l’UDC Ulrich Giezendanner

L'obiettivo comune, tuttavia, è quello di aumentare le tracce a disposizione per i treni merci, che attualmente nella galleria circolano a velocità comprese tra gli 80 e i 100 km/h.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia