La speranza è che tutto questo caos porti a qualcosa di buono.

Dal 9 giugno, secondo quanto riporta Umbria Journal, niente treni sulla tratta ex FCU Città di Castello-Ponte San Giovanni.

Il tutto sarebbe propedeutico per permettere il passaggio della gestione della rete ferroviaria locale a RFI, che gestisce l’infrastruttura nazionale. Operazioni complesse che dovrebbero essere ultimate all’inizio di luglio.

L’assessore regionale Giuseppe Chianella dice: "Ritengo dunque possibile la riapertura della tratta, per lunedì 8 luglio al massimo. È la prima operazione del genere fatta in Italia e ne siamo soddisfatti. Sotto RFI verranno trasferiti 46 unità delle 57 attuali di Umbria Mobilità".

Se son rose fioriranno, e visto lo stato dei trasporti ferroviari in Umbria c'è da sperare in una bella fioritura.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia