“L’arrivo del collegamento ferroviario diretto tra Ticino e Malpensa non ci preoccupa”.

È questa la sintesi del messaggio lanciato dal direttore di Lugano Airport, Maurizio Merlo, al quale il Corriere del Ticino ha chiesto una reazione alla novità che FFS si accinge a introdurre.
A partire da domenica 9 giugno, infatti, per raggiungere lo scalo meneghino Canton Ticino, non sarà più necessario fermare alla stazione di Mendrisio per cambiare treno.

La novità da molti apprezzata, potrebbe però aumentare l’attrattività della ferrovia per raggiungere Malpensa, magari a scapito di altre realtà.

Tuttavia, il direttore di Lugano Airport non è preoccupato: “Non ci preoccupa per un semplice motivo: gli aeroporti di Malpensa e Lugano non sono concorrenti perché sono due scali con una vocazione completamente diversa. Malpensa è un importante Hub europeo dedicato ai turisti, mentre noi siamo un City-Airport che concentra la sua attività sui viaggi d’affari".

"Noi non possiamo certo permetterci di fare concorrenza allo scalo milanese, che è servito da importanti compagnie come easyJet. E quindi noi continueremo a concentrarci sulle nostre peculiarità. La nostra strategia - conclude Merlo - non cambia”.

Nei giorni scorsi, le FFS hanno annunciato per domenica 9 giugno l’apertura della linea diretta tra Canton Ticino e Malpensa.

Fino ad oggi per giungere a Malpensa era necessario cambiare treno alla stazione di Mendrisio. Dalla prossima settimana, invece, il collegamento sarà diretto: tutti i giorni tra le 05.00 e le 23.00, ad ogni ora la linea S50 collegherà Bellinzona e Malpensa via Lugano, Mendrisio e Varese, e fermando a tutte le stazioni del normale traffico regionale.

L'articolo integrale sul Corriere del Ticino.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia