Ritorna un nuovo appuntamento con “Top & Flop”! La rubrica di Ferrovie.Info in cui annoveriamo personaggi, aziende, enti o categorie che si sono, a nostro avviso, distinti in positivo e in negativo questa settimana. 

Diteci la vostra sulla nostra Pagina Facebook.

Partiamo!

TOP - Nuovo Trasporto Viaggiatori

Non è la prima volta che l'azienda di Italo finisce nei top.

Però se lo merita: gli anni passano e non solo riesce a tenere il passo dei Frecciarossa, ma riesce anche ad espandersi. Una buona notizia per appassionati e viaggiatori, che grazie alla concorrenza con Frecciarossa possono sperare in prezzi... decenti da ambo i vettori.

La nuova notizia è che dal prossimo 1 ottobre Italo arriva in Friuli Venezia Giulia
Per l'esattezza saranno due i treni che collegheranno Udine (e Pordenone) alla Capitale ogni giorno, Italo 8903: Udine p. 5:55 - Roma Termini a. 11:28 con fermate a Pordenone (6.26), Conegliano, Treviso, Venezia Mestre, Padova, Ferrara, Bologna, Firenze SMN e Roma Tiburtina e Italo 8920: Roma Termini p. 15:15 - Udine a. 20:37 con fermate: Roma Tiburtina, Firenze SMN, Bologna, Ferrara, Padova, Venezia Mestre, Treviso, Conegliano, Pordenone (20.03).

Il Friuli Venezia Giulia si apre così all'offerta di Italo, dopo che le lunghe percorrenze in Italia erano rimaste solo appannaggio di Trenitalia.

Adesso tocca vedere (e sperare) che la clientela risponda "presente" e che i collegamenti non si rivelino un fuoco di paglia. Per ora, di sicuro, top!

FLOP - Giustizia italiana

Ci sono casi ben più gravi di quello di cui parliamo, non lo neghiamo. Ma che il procedimento relativo al deragliamento del treno Intercity 660 Milano-Ventimiglia a Capo Rollo di Andora il 17 gennaio del 2014 sia ancora in alto mare non ci pare affatto giusto.

Quello che si concluse con un grande spavento e qualche ferito, avrebbe potuto essere una strage. Basti pensare alle conseguenze di un deragliamento del treno (che in effetti avvenne) e di una possibile caduta in mare. 

Stavolta il giudice Fiorenza Giorgi ha rinviato l’udienza preliminare a causa dell’impedimento (legittimo) di un legale. Però il calendario segna 2019 e a più di un quinquennio dall'incidente ancora niente si è smosso. 

Ricordiamo che secondo l’accusa la presenza di una terrazza adibita a parcheggio e costruita in maniera difforme al progetto iniziale avrebbe avuto un ruolo attivo nello smottamento che ha provocato poi il conseguente deragliamento del treno.

Fino a che non si parte col processo, però, l'accusa rimarrà... lettera morta. Flop!

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia