Stando a quanto riportato da Il Fatto Quotidiano, nella complessa trattativa per il salvataggio di Alitalia, potrebbe tornare in gioco Air France.

La ricostruzione arriva dalle colonne del giornale, che in un articolo, specificando di avere visionato una bozza del piano, cita appunto il nome del vettore transalpino. Quello di Air France non sarebbe un ruolo da investitore, ma di un partner all’interno di una joint venture per i voli a medio raggio.

Il progetto sarebbe quindi complementare all’altra joint venture, che vede come protagonisti, Delta ed Air France-Klm con Alitalia, oltre a Virgin Atlantic sulla Gran Bretagna.

Nel piano ci sarebbe poi la conferma della riduzione di flotta e personale a seguito di una revisione delle rotte. Sul corto raggio infatti alcuni collegamenti dovrebbero sparire per lasciare posto all’offerta AV di FS.

Su Linate sarebbe in programma una piccola rivoluzione dei collegamenti, con la cancellazione di molte rotte non profittevoli. E su Fiumicino più spazio a Delta nel lungo raggio.

A livello finanziario sarebbe previsto un incremento di fatturato di 500 milioni entro il 2023 che, insieme alla revisione del network e al taglio costi, dovrebbe portare al raggiungimento degli utili tra il 2022 e il 2023.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.