La notizia che non ti aspetti nel 2020 arriva dalla Gran Bretagna.

In un mondo fatto di servizi cloud, dischi SSD ma anche semplicemente di pennette USB, alcuni aggiornamenti software critici dei Boeing 747-400 della British Airawys avvengono via floppy disk da 3,5 pollici.

Secondo quanto riportato dal portale TheVerge, i ricercatori di sicurezza di Pen Test Partners hanno avuto accesso a un 747 della British Airways, dopo che la compagnia aerea ha deciso di ritirare la sua flotta a seguito di un crollo dei viaggi durante la pandemia di Coronavirus. Il team è stato in grado di ispezionare l'intero vano avionico sotto il ponte passeggeri e ha scoperto un'unità floppy da 3,5 pollici nella cabina di pilotaggio, che viene utilizzata per caricare importanti database di navigazione

Si tratta di un database che deve essere aggiornato ogni 28 giorni con un tecnico che lo utilizza ogni mese caricando gli ultimi aggiornamenti. Sebbene possa sembrare sorprendente che i floppy disk da 3,5 pollici siano ancora in uso sugli aeroplani oggi, molti dei Boeing 737 utilizzano da anni anche floppy disk per caricare software avionico.

Secondo il portale questi software hanno dimensioni così grandi che sono necessari anche otto floppy con aggiornamenti per aeroporti, percorsi di volo, piste e altro ancora.

Va chiarito che l'utilizzo dei floppy disk non incide in alcun modo sulla sicurezza, è soltanto insolito vedere ancora in uso nel 2020 una tecnologia che appartiene ormai alla preistoria dell'informatica. 

L'articolo completo è disponibile cliccando qui.

Foto di Kohei Kanno from Sunnyvale, United States / CC BY (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0)

Foto di Eluveitie / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.