AirHelp, la società che monitora la situazione negli scali e aiuta gli utenti a ottenere i rimborsi, ha reso noto il suo dossier dei primi 9 mesi dell’anno.

Secondo i dati raccolti, in Italia ogni giorno 1728 voli partono e arrivano in ritardo e spesso vengono direttamente cancellati. Questo comporta notevoli disagi per i viaggiatori ai quali le società dovrebbero riconoscere un maxi risarcimento: una cifra che solo per il 2018 sfiora i 300 milioni di euro. E tuttavia, la maggior parte dei passeggeri non richiede il rimborso e non conosce neppure i diritti di chi viaggia.

Facendo la somma dei disagi quotidiani si arriva a un totale di circa 96 mila aerei che si spostano nei cieli italiani in grave ritardo e di altri 5100 che non sono mai partiti. Le motivazioni sono le più svariate e spesso ai passeggeri non vengono neanche comunicate.

Spiega Roberta Fichera, portavoce di AirHelp Italia: “Il fenomeno dell’overtourism, l’aumento dell’offerta delle compagnie aeree e la diminuzione della qualità dei servizi e del personale aereo hanno raddoppiato i voli in ritardo e di quelli cancellati in tutta Europa. Quest’anno è stato un anno difficile per il traffico aereo di tutta Europa e gli scioperi, ma anche il fallimento di alcune compagnie aeree ha influito negativamente sul mercato”.

A livello europeo, la maglia nera dei disservizi per il 2018 spetta alla Germania con le compagnie che si troveranno a dover pagare risarcimenti per più di 800 milioni di euro. Al secondo posto l’Inghilterra, dove i viaggiatori attendono rimborsi per 700 milioni. Circa 600 per i passeggeri francesi e 500 per quelli spagnoli. Chiude il nostro Paese con quasi 300 milioni di euro di risarcimenti.

“La domanda aumenta ma le compagnie aeree non riescono a stare al passo - aggiunge la portavoce di AirHelp - La continua battaglia dei prezzi e i conseguenti disservizi non fanno che aumentare i disagi ai passeggeri e le società di trasporto spesso non fanno la loro parte per aiutare i viaggiatori”.

Sempre secondo i dati raccolti da AirHelp, il conto più salato sarà presentato a Ryanair, Vueling e easyJet che complessivamente rischiano di dover pagare risarcimenti per 112 milioni.

L'articolo integrale su La Stampa.it.

Foto 2 dii FlightReal - Flickr: Airbus A320 Vueling, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=15223436

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi