Dall'affare Alitalia esce di scena anche Atlantia con una una nota sintetica e lapidaria dell’amministratore delegato del Gruppo che gestisce Aeroporti di Roma e Autostrade per l’Italia.

Giovanni Castellucci ha infatti dichiarato: «Il cda non ha mai affrontato questo tema. Abbiamo talmente tanti fronti aperti che aprirne un altro in più, particolarmente complesso, non ce lo possiamo permettere».

Alla luce di ciò ad oggi sul tavolo rimangono il Gruppo FS, disposto ad acquisire solo il 30%, il partner industriale Delta Air Lines fermo al 15% ed  il ministero del Tesoro, impegnato per un altro 15% per effetto della conversione in capitale di una parte del prestito ponte dello Stato.

Continua a mancare, però, un altro grosso investitore pronto ad acquisire quote consistenti con la parte pubblica non può permettersi di accollarsi un  rimanente 40% in quanto scatenerebbe un putiferio in Europa e nel mondo politico italiano.

Intanto, però, secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, il Governo avrebbe cancellato il termine del 30 giugno 2019 per la restituzione del prestito ponte di 900 milioni. La norma, dice il giornale economico, è prevista tra le bozze del decreto legge crescita ed è “volta a consentire l’eventuale ingresso del Mef nel capitale sociale della Newco Alitalia".

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Minuti
Secondi