Un autobus elettrico che fino al 20 aprile permetterà ai genovesi e ai turisti di scoprire gratuitamente in un percorso circolare tra le stazioni di Principe e Brignole il futuro della mobilità a zero impatto ambientale.

È questo l’obiettivo di Aptis il progetto con cui Alstom sperimenta il nuovo mezzo, un bus elettrico particolarmente innovativo, già visto qualche tempo fa a Firenze (Autobus: a Firenze il test di un autobus Ataf elettrico da 12 metri).

Totalmente elettrico, lungo 12 metri, con 4 ruote sterzanti utili nelle strade del capoluogo ligure, consente, tra l’altro, un migliore sistema di avvicinamento al marciapiede per consentire l’accesso ottimale a disabili e anziani.

“La batteria di Aptis – spiega Marco Barale, direttore commerciale di Alstom Italia – ha un’autonomia di 350 chilometri e due modalità di ricarica: quella completa, pensata per la sosta notturna in rimessa, e quella veloce al capolinea che può arrivare fino a un massimo del 20% della capacità".

"Siamo onorati che Genova abbia accettato di ospitare il tour italiano di Aptis. Ci auguriamo che tutti i genovesi possano apprezzare questo innovativo e-bus e ammirare dai suoi grandi finestrini questa meravigliosa città", ha aggiunto.

“Vogliamo provare Aptis perché è un prodotto innovativo, già nato elettrico e non trasformato da termico in elettrico“ ha risposto Marco Beltrami, Amministratore Unico di AMT cui ha fatto seguito Stefano Balleari, Vicesindaco e Assessore alla Mobilità: “Genova vuole proporsi come città dove si sperimenta la mobilità del futuro. Ringrazio Alstom per aver colto questa nostra disponibilità“.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.