Stando a una ricerca interna svolta a livello internazionale, cresce tra i passeggeri di FlixBus l’attenzione all’intermodalità.

Tre quarti degli utenti, infatti, raggiungono la propria fermata di partenza in modo responsabile. Di questi il 40% sfrutta i mezzi pubblici, un altro 20% va a piedi, mentre i restanti arrivano alla fermata in bici.

Ma il dato più rilevante lo fornisce l’istituto di ricerca indipendente IGES, che rivela come il 70% dei passeggeri FlixBus scelga consapevolmente mezzi collettivi per viaggi a lunga distanza pur essendo in possesso di un’auto, a conferma di una crescente sensibilità sul tema ambientale.

“I dati mettono in luce la tendenza fra i viaggiatori europei a optare per soluzioni di trasporto collettivo e intermodale, a beneficio dell’ambiente e della società. In qualità di operatore da sempre orientato a una mobilità sostenibile, siamo lieti di contribuire attivamente a questo cambiamento” afferma Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia.

In linea con l’orientamento green ma anche per andare sempre più incontro alle esigenze dei passeggeri, FlixBus ha inaugurato i primi bus con portabici.

Solo della flotta italiana, saranno circa 50 gli autobus equipaggiati che consentiranno di coprire oltre 25 linee con destinazioni nazionali e internazionali, tra cui Ancona, Bolzano, Firenze, Lecce, Parma, Pescara, Ravenna, Rimini, Riccione, Salerno, Sorrento e Torino ma anche Bled, Cannes, Dusseldorf, Francoforte, Lione, Nizza, Zurigo e molte altre.

 

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.