Mossa strategica del Sindaco di Roma, Virginia Raggi, in vista della prossima campagna elettorale nella capitale.

La Raggi, sta infatti provando a far destinare una parte delle risorse del Recovery Fund, il denaro stanziato dall’Ue per i Paesi più colpiti dalla crisi sanitaria ed economica dovuta al Coronavirus, nella Capitale per finanziare importantissime opere pubbliche.

Il Sindaco, scrive Andrea Marini in un articolo del Sole24Ore, avrebbe già pronto un piano da 25 miliardi per realizzare ben 159 progetti. Uno in particolare sembrerebbe prioritario, ovvero la realizzazione della Metro D, già teorizzata ai tempi della Giunta Veltroni, in soli 7 anni. Il costo stimato, 2,8 miliardi di euro. Nel piano della Raggi c’è di tutto, come riporta il Sole24Ore: dal completamento della Metro C al prolungamento delle linee A e B, dalle funivie urbane, all'edilizia residenziale pubblica e al restauro dello Stadio Flaminio.

Ricordiamo che il progetto della Metro D prevede il collegamento del centro storico con i quartieri a nord di Roma di Talenti, Montesacro e Salario e a sud con Trastevere, San Paolo, Marconi, Magliana ed Eur. La linea D parte dal quartiere Montesacro, passa per il Salario e per piazza Fiume, poi si collega alla linea A in piazza di Spagna, passa per il centro storico, San Silvestro e Piazza Venezia, continua per Trastevere e arriva a quella che avrebbe dovuto essere la fermata del campus di Roma Tre e infine il capolinea a piazza dell’Agricoltura.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.