Oltre a banche e imprese, nel mirino del massiccio cyberattacco che sta affrontando l’Ucraina sono finiti anche i computer del governo, delle Ferrovie dello Stato, della metropolitana della capitale, e dell’aereoporto. La situazione minaccia di causare ritardi.

Lo ha reso noto su Twitter il vicepremier Pavlo Rozenko, che ha pubblicato la foto dello schermo di uno dei computer del gabinetto dei ministri, i cui file non sono accessibili. La foto mostra quello che sembrava essere un ransomware, richiedendo un pagamento di $ 300 in Bitcoin per riconquistare l’accesso a file crittografati.

Foto Lorenzo Pallotta

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia