L'est Europa punta sempre di più sui collegamenti ferroviari internazionali.

Nei giorni scorsi János Lázár, membro di Fidesz, il partito di maggioranza in Ungheria e in precedenza capo del Gabinetto del Primo ministro, ha annunciato al quotidiano Délmagyarország che l'Ungheria sarebbe interessata a costruire una nuova linea ferroviaria della lunghezza di 500 chilometri, che dovrebbe collegare alcune tra le principali città in Ungheria, Serbia e Romania.

Lázár ha riferito di aver sottoposto l'idea al primo ministro ungherese Viktor Orbán, che avrebbe manifestato interesse per l'operazione. Stando a quanto comunicato dai media locali, l'argomento sarà inserito nell'agenda di una riunione congiunta dei governi di Serbia e Ungheria il prossimo aprile.

La nuova linea dovrebbe collegare le città di Pécs, Baja, Subotica, Szeged, Békéscsaba, Oradea e Debrecen. Per la sua costruzione si è stimato un costo di circa 2,6 miliardi di euro ma Lázár ha reso noto che il progetto potrebbe ricevere un sostegno finanziario dall'UE e dalla Serbia e potrebbe essere completato in massimo dieci anni.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia