La ferrovia che collega Modena a Sassuolo si sta rivelando giorno dopo giorno molto impegnativa da gestire, provocando continui disagi, problemi e disservizi che si ripetono quotidianamente e che stanno portando la politica locale a parlare di "staccare la spina" e dismettere la linea. Una soluzione che non piace ai numerosi pendolari che invece da tempo chiedono il potenziamento e nuovi investimenti anche sul materiale rotabile.

Secondo l'assessore alla mobilità del comune di Modena Gabriele Giacobazzi "Le difficoltà oggettive che affliggono la linea Modena - Sassuolo sono evidenti e i nostri obiettivi come amministrazione, in stretto contatto con gli altri comuni interessati, sono quelli di insistere con la Regione perchè mantenga gli impegni assunti rispetto ai nuovi treni e alla cadenza oraria». E comunque bisogna "scegliere una strada che ci tolga dall'impasse in cui siamo oggi".

"La linea Modena - Sassuolo - ha continuato in aula l'assessore Gian Carlo Muzzarelli - è un servizio che non possiamo abbandonare perchè serve le categorie più deboli; è però altrettanto vero che dobbiamo evitare di superare il confine tra cura necessaria e accanimento terapeutico».

La Regione ha deciso di recente di investire oltre 11 milioni di euro sulla tratta nel biennio 2017-2018, sottolineando però che le verifiche in corso da parte di FER che ne è il gestore devono essere accelerate «per offrire quanto prima agli utenti un servizio degno dei nostri tempi ed evitare di perdere altri utenti».

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Correva l'anno

Treni e tecnologia