L’assessore regionale alla Mobilità, Raffaele Donini, ha spiegato in Assemblea legislativa i correttivi al nuovo orario dei treni Bologna-Ravenna, in vigore da inizio dicembre.

Previsto un tavolo tecnico permanente, misure correttive in vigore dal 10 dicembre, da oggi una nuova fermata a Godo, nel ravennate, e dal 7 gennaio altri interventi.

“Il nuovo orario - ha precisato l’assessore - non nasce certo per la necessità di razionalizzare i costi del Trasporto pubblico locale su ferro visto che comporta per la Regione un investimento di circa 3 milioni di euro. Purtroppo, nei giorni scorsi, proprio in concomitanza con l’entrata in vigore del nuovo orario, un problema ai sistemi informativi di Trenitalia ha causato una pubblicazione incompleta degli orari sul sito della società, causando per alcuni giorni non pochi problemi di comprensione della proposta da parte dei cittadini".
"Inoltre, sono emerse diverse criticità per la soppressione di alcune fermate intermedie ed alcuni problemi riguardanti le coincidenze con l’uscita degli studenti di alcuni istituti scolastici, questi ultimi affrontati e risolti con servizi sostitutivi su gomma”.

“Quando si sono accertate le prime criticità nell’applicazione del nuovo orario - ha spiegato Donini -, ho chiesto ed ottenuto che si istituisse immediatamente un coordinamento tecnico permanente fra Trenitalia, Regione e Comuni del territorio ravennate, Ferrarese e Città Metropolitana, aziende di Trasporto Pubblico, per valutare quali correttivi immediati apportare al nuovo orario. Un lavoro di analisi e confronto che sta proseguendo anche in questi giorni”.

Già a partire dal 10 dicembre sono state messe in campo le prime misure urgenti, mentre altre sono operative da oggi come il ripristino della fermata di Godo del treno delle 6.57 del mattino e della fermata di San Biagio. Il 7 gennaio poi ne verranno adottate altre, di cui alcune già definite, come una ulteriore fermata a Godo e altre che emergeranno nel tavolo di lavoro permanente.

La Regione non ha invece richiesto modifiche sulla linea Ravenna-Ferrara, e quindi nelle prossime settimane dovrebbe essere ripristinato in modo quasi integrale l’orario precedente.

“Spero in una comunicazione chiara e dettagliata da parte delle Aziende di Trasporto e in particolare di Trenitalia, in modo che non possa nascere alcun equivoco come in occasione del cambio orario- sottolinea Donini -. Vorrei essere chiaro però fino in fondo. Confido nel lavoro tecnico che si sta facendo in queste ore e mi aspetto che si apportino le giuste correzioni all’orario in accordo con il territorio, per risolvere i problemi ancora rimasti, mantenendo però il più possibile i benefici di velocizzazione della linea".

"Ma la Regione è anche disponibile- conclude l’assessore -, nel caso in cui le criticità emerse non si risolvessero rapidamente, già dalle prossime settimane e sempre con la condivisione del territorio, a richiedere a Trenitalia l’immediata applicazione del vecchio orario, confidando di realizzare pienamente l’obiettivo della velocizzazione della linea Bologna-Ravenna, nel momento in cui saranno effettuati i necessari investimenti infrastrutturali sulla linea da parte di RFI contenuti nei contratti di programma con lo Stato, per i quali, abbiamo già richiesto l’assoluta priorità”.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.