Un calcolo del comitato pendolari cremaschi svela la situazione paradossale tra Crema e Treviglio.

La notizia è stata riportata dal quotidiano "La Provincia". I dati parlano, tristemente, chiaro. 

Nel 1866, con l'Italia ancora non unita, il treno a vapore che collegava Crema e Treviglio impiegava circa 41 minuti. Adesso, nell'epoca della "sicurezza totale" e dell'SCMT il tempo di percorrenza si è velocizzato... di 11 minuti.

Un risultato non proprio lusinghiero, se si pensa alle gigantesche evoluzioni tecniche avute nell'ultimo secolo. 

Eppure, alla vigilia della Terza guerra di Indipendenza, i tempi di percorrenza erano più o meno gli stessi.

Secondo i pendolari cremaschi, questi dati dimostrerebbero come a livello tecnologico la linea ferroviaria cremasca sia sostanzialmente rimasta quella del Regno d’Italia.

L'ennesima polemica nei confronti di Trenord che in Lombardia sta raggiungendo livelli di lamentele dei viaggiatori mai registrate prima.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.