Le compagnie ferroviarie si trovano ad affrontare problematiche che spesso il grande pubblico ignora, eppure non per questo meno importanti.

Nella stagione fredda, in Austria, ÖBB deve "scongelare" i tunnel ferroviari intorno a Salisburgo fino a tre volte a settimana. 

L'acqua che penetra naturalmente nei dodici tunnel di pietra naturale attraverso la roccia, congela infatti alle fredde temperature sul soffitto del tunnel. Quel che ne viene fuori sono delle vere e proprie "stalattiti d ghiaccio" che ovviamente possono creare problemi alla regolare circolazione dei convogli.

Da lì, dunque, esse devono essere rimosse regolarmente per prevenire malfunzionamenti e danni alle apparecchiature ma anche ai treni, in modo che i passeggeri che gravitano intorno a Salisburgo possano continuare a viaggiare via ferrovia in modo sicuro e puntuale. 

Durante lo sghiacciamento, il traffico deve essere ovviamente sospeso e l'alimentazione disattivata. Per questo motivo i lavori nei tunnel sono attentamente pianificati in anticipo ed eseguiti in momenti in cui il traffico ferroviario non è interessato. 

In particolare le "stalattiti di ghiaccio" vengono rimosse manualmente da un carrello a torre. Le più imponenti di esse raggiungono una lunghezza che può essere anche di cinque metri.

Foto ÖBB

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia